PRENOTA PRANZO ZAFFART 2017

Monica Serra

DOM 12 NOV 2017
Ore 16:30 – Museo Archeologico Su Mulinu
Presentazione del Progetto Crescere Collettivo a cura di Monica Serra curato da Michele Pusceddu (video) e Claudio PRC (suoni)

Monica Serra è un’attrice, vocalist e performer che nasce a Lunamatrona, Sardegna, nel 1973.

La sua formazione inizia nel 1995, passando poi dalla -Scuola Triennale per Attori- della compagnia RIVERRUN TEATRO, dove l’incontro con l’attore e regista Rino Sudano saranno determinanti per il suo percorso, alla Biennale College – Teatro 2015 col regista Fabrice Murgia e le esperienze con importanti artisti quali: Emma Dante, Chiara Guidi, Sainkho Namchylak, Maria Paiato, Enrique Pardo.

Prende parte a numerose produzioni teatrali e  cinematografiche e a pubblicazioni musicali. Nel 2007 insieme al musicista elettronico Simon Balestrazzi dà vita ai Dream Weapon Ritual. Attualmente collabora con Riverrun Teatro, Teatro Actores Alidos, TiconZero, ArCoEs, L’Effimero Meraviglioso, Festival TUTTE STORIE. Fondatrice nel 2010 di MICRO FRATTURE TEATRO.

Il suo lavoro è una miscela di elementi, voce, corpo, movimento e suono in costante relazione. Tra le sue creazioni: Oralità pastorale progetto di ricerca sul paesaggio sonoro – linguaggio dei pastori con le greggi / Oralità pastorale [N°2] (2014) selezionato e inserito nella programmazione del Festival TEATRI DI VETRO ed. 2016 – traccia audio selezionata al Süden Radio #2_Call for soundworks_RADIO PAPESSE / Oralità pastorale [N°3]  incursione all’interno di un DJ set (MAJU 2017); Destar qualcosa – Premio X4mart/2014; del 2016 Geografie fisiche [tracce di memorie vocali] – con il sostegno del CeDAC – XXXIV Festival La Notte dei Poeti.

Nel 2012 esordisce nella regia cinematografica col documentario MARINA La natura del lupo – accoglienza e integrazione nel quartiere Marina di Cagliari; del 2015 il documentario SE LA MIA TERRA MI RESPINGE – esperienze di migrazione e accoglienza nel territorio del Medio Campidano – Sardegna. Dal 2012 ricerca sulla fisicità e spazialità della voce nell’atto recitativo coi progetti: SUONARE VOCE_CORPO e  AKOUSMA Lab.